mercoledì 29 giugno 2011

Case di vacanza



A chi è in partenza ma anche a chi resta in città a godersi l'estate... dedico queste meravigliose immagini con qualche spunto molto interessante per arredare la casa delle vacanze o l'angolo relax della propria casa. Che sia una piccola capanna sul mare o un'elegante villa di campagna è importante creare atmosfere rilassanti e luminose. Comodi divani, poltroncine, chaises longues e cuscini sono i protagonisti di questi momenti di svago e riposo. Da privilegiare le tonalità del mare o le tenui sfumature dei prati estivi. Buone vacanze..! Come sarà la vostra casa dell'estate?
 La mia... avrà le mille variazioni di azzurro dell'atlantico...
by Cecilia Lugli











martedì 28 giugno 2011

L'estate di Almatrichi



Oggi vorrei parlarvi di Almatrichi un marchio spagnolo che mi ha letteralmente stregata... fino a costringere mio marito, che si trovava a Sevilla, a salire su un taxi in direzione di una boutique che teneva questo brand... e le tre foto finali sono quello che lui ha scelto per me... La collezione dall'animo naïf e romantico punta sul lady dresses, minuscoli vestitini e caftani in puro stile anni '60.  
Stampe, colori, fiori e geometrie sono i dettagli distintivi dell'estate 2011! Chapeaux!
Per vedere la collezione intera cliccate il video la location è pazzasca, il mare è quello di Ibiza! 

p.s. Se abitate a Ferrara e dintorni potrete trovare i capi Almatrichi da Pianeta Brasil
(Galleria California 119/121Lido degli Estensi, Fe)











lunedì 27 giugno 2011

André Che Isse

video

video



video


Dancer, Choreographer, Painter

 I created a dance of pictorial images;
researching body plasticity and the geometric contour of each limbs.
After 16 years of dance practice, I wanted to bind my thoughts on to the canvas.
I found a technique which translated the muscular tone of the human body:
The cord sewn on a fabric chassis allows me to reveal the choreographic plasticity in its own matter and in its geometric perimeter of thread.
An Ariadnes’ thread which ties and weaves my dance on to the canvas.
Plasticity as the gesture of the oracle;
Geometry as the very first construction of the world;
Matter as human body.
 In the beginning, the movement was fixed on canvas as a maze of embossed cord.
The first abstract figures came thus to life, uterus for the dancers created at the beginning of the new Millennium – the first dancers as bas-relief of cord sewn on antique fabric.
My dancers on canvas are the projections of my dance, of my plastic thoughts, of the man free to dance Life.
I then turned the dancers on: the light behind the canvas made the soul visible thus expressing the creator’s own labyrinth.
Labyrinth as manifold paths of cord in a geometric construction, a plan view architecture, infinite rooms of the mind arranged in complex connections, synapses, like vanishing points in a Renaissance painting.
Two different artistic creations in just one canvas: with a sloping frontal light the essential and monochrome sculpture of the dancer is revealed; with a backlight, the brushes’ woofs, conjugated to the thread architecture, are disclosed.
The vision becomes epiphany, apparition, concretization of the pictorial act: soul and thoughts intertwined to the gaze.
It is an alchemic transmutation: from the matter-bas-relief of the cord to the gold of the light, unveiling the soul, projecting the mind.
In the middle of a black stage, the dancer makes a gesture of light to create a new world, drawing it, moulding it, blossoming like a flower projected into space.
This is the genesis of my clay flowers, real branches sewn onto canvas; a pure graphic gesture: body-tree, dancing trees.
My body is like a sculpture through a pictorial thought which translates the dancer’s gesture into the depicted gesture.
The idea of movement originates from my body and translates into the canvas. It then reappears in my live performances at the vernissage.
The exhibitions become live events where I dance in front of my canvas thus concretizing my path:

Body-gesture-painting
Dance, painting and live music come all together to participate in the spell of the revelation.



From 1996 to 2011 – 20 solo exhibitions (14 with live performance)

2011:   Spazio Tadini, Milano – www.spaziotadini.it
            27th October – 11th November Solo exhibition and live performance
2010:   Spazio Tadini, Milano – www.spaziotadini.it
Group Show: ‘Nativity’
2006:             Galleria Annovi Arte Contemporanea, Sassuolo (Modena) – www.galleriannovi.com
            28th September – 5th November Solo exhibition
            20 canvas + 2 live events with 3 performances each with live music
‘His works – as choreographer and painter – are astounding and voluptuous’  Janus (6th of June 2010)

Beauty is in the amazement of the gesture, which passes through the eye of the Atavic form, thus sawing the breath of the cogitum in the first day of the world.
                        André Che Isse

André Che Isse
Via dei Servi, 35 – 41121 Modena
tel + 39 059-242432

venerdì 24 giugno 2011

Tutti i segreti di Alexa Chung, la it girl del momento






 Alexa Chung ha uno stile che deve essere tenuto decisamente sott’occhio. E proprio come ogni it-girl che si rispetti ha un grande dono: trasformare in moda tutto cò che indossa. Classe 1983, dopo una carriera da modella, approda nel 2009 a Mtv New York con il programma It’s on with Alexa Chung. Tra un festival di Glastonbury e un concerto del fidanzato Alex Turner un'apparizione televisiva qua e là, crea una linea di abiti per il brand americano Madewell e compare come testimonial in varie campagne pubblicitarie, tra cui, una delle ultime, per la nostra italiana Superga.
Come si veste Il suo look si ispira allo stile college americano. Adora i cardigan, gli abitini, e i micro-shorts, in ogni abbigliamento sa trovare quello più adatto alla situazione. Segni di riconoscimento: il calzino che si intravede sotto ogni boots che indossa e la ormai famosissima Alexa bag di Mulberry. 
Capelli  Caschetto castano sbarazzino, un po' spettinato, moto bon ton.
Make up Punta tutto sugli occhi, sottolineandoli con una buona dose eye-liner sulla palpebra superiore e un po' di matita scura. Per le labbra un rossetto chiaro e e molto leggero.
Amore  Fidanzata di Alex Turner, il cantante degli Arctic Monkeys. 
Dicono di lei Anna Wintour la definisce un "fenomeno", Karl Lagerfeld la ritiene il simbolo della donna moderna e il New York Times  l'ha recentemente onorata come "Kate Moss delle nuove generazioni". Emma Hill, direttore creativo di Mulberry, intitola con il suo nome una bellissima borsa a cartella, ormai diventata un cult.







Mulberry Alexa bag





giovedì 23 giugno 2011

Mon Jasmin Noir, da possedere assolutamente!!!


Il nastro d'organza avvolge il falcone sfaccettato come una pietra. Dentro, l'essenza di gelsomino svela il suo lato più radioso, unita a cedro, mughetto e legni preziosi. 
Il nuovo Mon Jasmin Noir di Bvlgari (74 euro, 50 ml) ha una madrina d'eccezione... La bella attrice Kirsten Dunst è la testimonial della campagna e nella foto la vediamo avvolta da qualche tessuto drappeggiato e seduta accanto a un leone vero. 







mercoledì 22 giugno 2011

Cucine. Ispirazioni dal nord

È finalmente estate e c'è voglia di viaggiare, anche solo con il pensiero, verso nord, verso i paesi scandinavi, il cui stile inconfondibile si rispecchia in questi luminosi ambienti. Ecco alcune cucine di tendenza in cui il bianco o il grigio si accostano meravigliosamente ad essenze legnose chiare come la betulla, l'olmo, il rovere. Tocchi di design nella scelta di sedie e lampadari. Bagliori inox negli elettrodomestici ed accessori. 
Buon viaggio... e ispiratevi!!!
Cecilia Lugli 








martedì 21 giugno 2011

La Signora delle Collane




Nicoletta Bertana, La signora delle collane

Ci sono incontri casuali che suscitano un grande interesse, questo è quello che è successo a me due settimane fa, mentre passeggiavo al Lido degli Estensi (Fe). Quella sera avevo lasciato i bambini a mangiare zucchero filato assieme a Luca e mi sono concessa un giretto per il mercatino del giovedì. Ho visto una bancarella piena di collane e braccialetti in pietre dure che ha letteralmente catturato la mia attenzione per l'accostamento di perle, coralli e madreperle davvero raffinato. Così ho deciso di fare quattro chiacchiere con Nicoletta Bertana, la Signora delle Collane...

Quando è nata questa passione per le collane?
Sono ormai sette anni che, quasi ogni sera, devo trovare il tempo di creare qualcosa, sette anni fa  un mio collega ha avuto un incidente davvero brutto, da quel momento sono nate in me paure e crisi d’ansia che ho in parte superato grazie alla "Signora delle Collane". Nel mio mondo, dove scarico i pensieri familiari, gli scazzamenti d’ufficio e quant’altro di negativo ci possa essere stato durante la giornata, trovo la mia pace dei sensi. Guardo le pietre e penso a tutte le donne che ogni giorno devono correre come me, ognuna diversa (donna e pietra) e mi immagino come possano stare al collo o al polso di chi ha il mio stesso tram-tram quotidiano... la mia mente è solo occupata a realizzare qualcosa che a qualcuno possa piacere e non ho più il tempo (e la voglia) di pensare a ciò che è brutto, finché la stanchezza non mi obbliga a chiudere le mie valigette e andare a letto. 
Dove trovi l'ispirazione?
Spesso guardo riviste per vedere cosa sia di moda, poi vedo le perle e seguo la mia fantasia, sembra quasi che siano loro a suggerirmi come abbinarle e con cosa... La mia soddisfazione più grande è quando, ad ogni mercatino, ricevo i vostri complimenti. Mi gratifica molto sapere che ho trovato il gusto di tante persone e non solo donne, anzi i migliori complimenti li ho ricevuti proprio dai maschietti. 
Quali modelli e materiali hai scelto per la p-e 2011?
Non c’è una logica o un motivo particolare di scelta (tranne la richiesta specifica): vado alla ricerca del miglior prodotto al minor costo e in base al mio stato d’animo acquisto.  Un esempio, ho provato a prendere colori molto brillanti per l’estate e fin’ora mi è stato richiesto tutt’altro, quello che praticamente a me piaceva di più e che forse è venuto meglio.
Chi acquista le tue collane?
Le mie clienti non hanno età: ho soddisfatto ragazze neo maggiorenni e anche bisnonne, però tutte con una caratteristica: l’originalità, nel senso che cercano pezzi unici. Diciamo che non viene da me la ragazza o signora che apprezza le collane cinesi da tre euro. 
Come sarà l'autunno-inverno della Signora delle Collane, puoi anticiparci qualcosa?
Per il prossimo autunno non ho ancora pensato a nulla, anche perché ora vedo davanti a me solo l’estate, tre mesi dove lavorare a cottimo e riempirvi delle mie creazioni. Non mancheranno sicuramente i colori caldi ambrati e i neri, non ho ancora voglia di pensarci! A settembre vedrò. 
Dove trovare le creazioni della Signora delle Collane?
Per ora sono reperibile nei mercatini o di persona conoscendomi con passaparola, sono un’hobbista e non ho ancora trovato il modo di poter entrare in qualche negozio. Mio marito sta pubblicando delle fotografie, più persone mi stanno conoscendo anche on-line, ma credo che il primo contatto debba avvenire per telefono o per email.

La Signora delle Collane
Ospitaletto - Bs
340.1563009